Home Da applaudire Marianella Bargilli ci racconta il suo Pirandello

Marianella Bargilli ci racconta il suo Pirandello

Marianella Bargilli e il suo Pirandello, dopo essere stata Virginia Woolf al Teatro Campania Festival nello spettacolo Una stanza tutta per sé e dopo essere stata Fedra all’Olimpico di Vicenza torna in teatro non con un ruolo, ma bensì due in Uno, nessuno e centomila di Pirandello nella riduzione di Antonio Capodici spettacolo prodotto da Ass.ne Progetto Teatrando – ATA Carlentini. Accanto a lei l’attore Pippo Pattavina.

La nostra intervista

Dopo Fedra e Woolf ora come ti appresti a questa nuova sfida, cosa ti aspetta?

Grafica Divina

Dopo Fedra e la Woolf due momenti di teatro molto intensi, due personaggi, due spettacoli molto diversi tra loro e adesso mi preparo ad un nuovo personaggio ancora una volta differente.
Pirandello è difficile perché ti spinge a riflettere, a ragionare a sondare la psicologia umana. Difficile e divertente. Questo spettacolo è il mio terzo Pirandello dopo Il gioco delle parti  e L’uomo, la bestia e la virtù e questa volta sono affiancata da Pippo Pattavina attore di grande esperienza e tradizione siciliana e non solo e quindi sono molto fortunata di lavorare con lui e un gruppo di attori di tutto rispetto.
Lavorare con persone idonee al progetto è fondamentale perché lo spettacolo si fa tutti insieme, l’ho sempre pensato e più vado avanti più mi rendo conto che è così. Lavorare con Pattavina uomo con una grande consapevolezza della scena e padronanza del suo mestiere che ti fa sentire a tuo agio.

Marianella Bargilli per Pirandello due personaggi, due ruoli… Forse tre…

Interpreto due personaggi: Dida la moglie di Moscarda il protagonista e Annarosa che è la figura che scompone le carte di questo ragionamento pirandelliano nei confronti dell’identità è quella che è considerata la pazza, la folle che sparerà a Moscarda ben due volte. Uno sparo che in realtà è una condizione dell’anima, Annarosa incarna la scardinatrice di un meccanismo. Due personaggi molto diversi che mi diverto molto ad interpretare. Tra questi due personaggi ce n’è un terzo, Diamante la donna che viene sfrattata insieme al marito dall’appartamento concesso dal padre di Moscarda… un gioco uno sdoppiamento interessante per il piano interpretativo perché ti obbliga a cambiare tutto dal trucco alla pettinatura, dalla postura alla voce. L’intenzione nell’arco di due ore.

Ti piacerebbe raccontare in una intervista chi sei e cosa fai?
Dai un’occhiata al nostro Format!

Molte date vi vedranno in Sicilia la terra di Pirandello

Adoro la Sicilia da sempre meta di tournée di spensieratezza, di vacanza, di indagini culturali, la adoro. È una terra forte bellissima accogliente e c’è un bellissimo pubblico abituato ad andare a teatro, hanno teatri bellissimi e una tradizione anche di scuola siciliana attoriale.
Non siamo più abituati al pensiero dello spettacolo che continua nel tempo nel senso che ho lavorato.
Fare una tournée significa riprendere il pensiero dello spostamento, del viaggio, dell’andare nei teatri, rincontrare il pubblico, una vera e pura gioia.

Hai raccontato che per ogni personaggio che hai interpretato tieni sempre un oggetto che te lo ricorda…

Di Virginia ho tenuto una penna che utilizzavo sia per prendere gli appunti quando studiavo, sia per scrivere in scena, di Fedra non avendo oggetti in scena ho tenuto gli orecchini, è sempre stato così ho un cofanetto che li racchiude nastri, tessuti, ricordi.
Ogni personaggio poi ha il suo profumo, spesso una colonia…

Ecco dove poter applaudire Marianella Bargilli:

Uno, nessuno e centomila
Con Marianella Bargilli e Pippo Pattavina
Regia di Antonello Capodici
Musiche originali di Mario Incudine
Produzione Associazione progetto teatrando –
-ATA Carlentini

Le prossime date della tournée

26/27/28 novembre: Messina – Teatro Annibale di Francia

Dicembre

4/5: Catania – Teatro ABC
7: Ragusa – Teatro Marcello Perracchio
9/10/11/12: Catania – Teatro ABC
16: Caltanissetta – Teatro Regina Margherita
18: Carlentini – Teatro Comunale Turi Ferro
19: Augusta – Teatro Città della Notte

Gennaio 2022

Dal 19 al 23: Brescia – Teatro Sociale
Dal 25 al 30: Roma – Teatro Quirino Vittorio Gassman

Febbraio 2022

1: Cecina – Teatro Comunale De Filippo
12/13: Modica – Teatro Garibaldi
14/15: Capo D’Orlando – Rosso di San Secondo
Dal 18 al 21: Ferrara – Teatro Comunale
22/23: Vicenza – Teatro Comunale
24: Este – Teatro Ferinelli
25: Cittadella – Teatro Sociale

Marzo 2022

4/5/6: Faenza – Teatro Masini

dasapere da leggere

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.