Home Da conoscere “Uno due, tre e 4”, intervista a Le Nora

“Uno due, tre e 4”, intervista a Le Nora

Dal 29 ottobre è disponibile in rotazione radiofonica e su tutte le piattaforme di streaming “UNO DUE TRE E 4”, il brano d’esordio di Le Nora.
Con UNO DUE TRE E 4 Le Nora vuole sdoganare l’idea che la nostra testa sia da buttare solo perché, a volte, fa cose che non controlliamo”.

Le Nora ci ha raggiunto per raccontarci meglio di sé e del suo nuovo progetto musicale

Ciao e benvenuta! In 3 parole chi è Le Nora? E perché?

Grafica Divina

Le Nora in tre parole è energia, irriverenza ed emotività. Perché non sta ferma un secondo nella vita e sul palco, dice quello che pensa senza mezzi termini ed ha un cuore tenero come il classico tortino al cioccolato (una menzione alla mia passione per il cibo oltre che per la musica e l’arte era dovuta!). Le Nora è il mio nome d’arte ma non c’è una persona artistica, ogni lato di me si ricongiunge in questo progetto che non poteva fare a meno di venir fuori ad un certo punto del mio percorso.

Ti piacerebbe raccontare in una intervista chi sei e cosa fai?
Dai un’occhiata al nostro Format!

Nella musica sei Le Nora. Come mai questa scelta?

Le Nora è il mio nome in pezzi ed è questo che mi fa la musica, mi fa a pezzi e mi aiuta a ricucirli insieme, come nell’arte giapponese Kintsugi che ricostruisce i vasi rotti colando l’oro tra i frammenti di ceramica.
Trovare un nome d’arte è come cucirsi addosso un abito nuovo: in questa veste voglio essere me stessa ed aprire un canale diretto con chi sono veramente, con i lati spigolosi e pungenti ma anche con quelli morbidi e spensierati.

Ho apprezzato tantissimo il tuo singolo “UNO DUE TRE E 4”, come nasce l’idea?

Grazie, davvero! L’idea nasce dalla necessità di esternare un’ossessione che ho sviluppato negli ultimi anni cioè quella di contare numeri in testa e a ritmo. È qualcosa di singolare, ma parlandone con gli altri ho scoperto di non essere l’unica ad avere questa fissazione. All’inizio ho pensato di essere impazzita, la testa sfuggiva al mio controllo e questo mi mandava in crisi; poi mi sono fatta qualche domanda sul concetto di pazzia. Questo pezzo vuole sdoganare, anche con un po’̀ di autoironia, il senso di vergogna nel parlare di quello che ci rende “strani”, dato che, in fondo, un lato strano ce l’abbiamo tutti e vivendolo serenamente possiamo accogliere la nostra unicità e quella degli altri.

Progetti futuri?

Suonare e continuare a scrivere. È cruciale incontrare gli occhi delle persone e sentire la risposta fisica di chi ti ascolta dal vivo, da questo capirò̀ se le mie parole parlano davvero anche al cuore degli altri. Nel frattempo scrivo, metto insieme idee e demo con costanza e cerco di migliorarmi ogni giorno. Nel prossimo futuro ci sarà sicuramente un nuovo singolo e un EP all’orizzonte, chissà magari anche collaborazioni altre belle menti creative.

Segui Le Nora su TikTok

dasapere da ascoltare

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.