Home Da leggere “Il mito della virilità” di Olivia Gazalé in libreria

“Il mito della virilità” di Olivia Gazalé in libreria

321

In libreria per le Edizioni Mediterranee un saggio che farà riflettere e discutere che ripercorre la storia dell’uomo: “Il mito della virilità” di Olivia Gazalé.

Esiste un malessere maschile, un malessere reale, palpabile, una sorta di crisi non necessariamente legata a quella che viene chiamata “rivoluzione femminista”. Tremila anni fa l’uomo, con quella che nel libro viene definita “rivoluzione viriarcale” costruì una trappola nella quale egli stesso è caduto.

La virilità diviene quindi una trappola che crea un disagio, che provoca paura delle donne, terrore per l’impotenza…

Il viaggio che l’autrice compie a ritroso nel tempo ci mostra come le nostre radici culturali e filosofiche affondino in un terreno in cui sono cresciuti gli stereotipi che ancora oggi abbiamo difronte e che da sempre hanno inevitabilmente condizionato sia uomini che donne.

“Per consolidare il proprio dominio sul sesso femminile, il maschio, fin dalle origini della civiltà – si legge nella presentazione del testo- ha teorizzato la propria supremazia costruendo questo mito. Un discorso che ha determinato l’inferiorità della donna nella sua essenza, ma anche quella dell’altro uomo (lo straniero, il “subumano”, il “pederasta”…). È così che questa narrazione ha storicamente legittimato la sottovalutazione della donna e l’oppressione dell’uomo sull’uomo. Questo modello dell’onnipotenza guerriera, politica e sessuale è da un secolo in piena decostruzione, a tal punto che certi spiriti nostalgici lamentano una crisi della virilità e accusano il femminismo di aver privato l’uomo della sovranità naturale.”

Ma scopriamo anche come la virilità sia caduta nella trappola in cui voleva imprgionare la donna.

“Facendo del mito della superiorità maschile il fondamento dell’ordine sociale, politico, religioso, economico e sessuale, valorizzando la forza, il gusto del potere, l’appetito di conquista e l’istinto guerriero, gli uomini hanno giustificato e organizzato l’asservimento delle donne, ma si sono anche condannati a reprimere le proprie emozioni, a temere l’impotenza e a biasimare l’effeminatezza, coltivando allo stesso tempo il gusto della violenza e della morte eroica.”

L’autrice ci propone un libro accurato che offre molti punti di riflessione che obbliga il lettore ad una rilettura ragionata della storia.

Da Leggere “Il mito della virilità” di Olivia Gazalé Edizioni Mediterranee

Articolo di: Matilde Alfieri

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.