Home Da applaudire Il Teatro Comunale di Pietrasanta riparte al 100%

Il Teatro Comunale di Pietrasanta riparte al 100%

Il Teatro Comunale di Pietrasanta riparte al 100% con la sua stagione di prosa.
Dal 23 novembre fino ad aprile il cartellone 2021-22 del rinnovato Teatro Comunale di Pietrasanta – promosso da Fondazione Versiliana insieme a Fondazione Toscana Spettacolo onlus con la consulenza artistica di Massimo Martini – propone spettacoli per tutti i palati all’insegna della leggerezza, ma anche della riflessione.

Il Teatro Comunale di Pietrasanta riparte al 100% con la sua stagione di prosa

Dopo quasi due anni di stop forzato dalla pandemia, torna attesissima la stagione di prosa del Teatro Comunale di Pietrasanta. In un teatro completamente rimodernato, ristrutturato e riqualificato grazie all’intervento dell’Amministrazione Comunale, la Fondazione Versiliana in collaborazione con il Comune e Fondazione Toscana Spettacolo onlus, propone un cartellone di 7 spettacoli, che dal 23 novembre proseguirà fino ad aprile.

Grafica Divina
Vuoi farti conoscere?
Compila il nostro Format per essere protagonista nella prossima intervista
oppure scrivi alla nostra redazione per trovare la tua formula giusta!
redazione@dasapere.it

Un cartellone ricco, variegato, capace di accontentare tutti i palati, che mette al centro la leggerezza, la comicità colta, spesso sostenuta dalla musica, ma anche la riflessione con grandi interpreti, drammaturgie contemporanee e titoli cult.

Ad inaugurare il cartellone, martedì 23 novembre (alle ore 21 come per tutti gli spettacoli), sarà Il marito invisibile con Maria Amelia Monti e Marina Massironi, un’esilarante commedia contemporanea, scritta e diretta da Edoardo Erba, che le due attrici portano in scena con la loro personalissima comicità.

Giovedì 9 dicembre si riderà ancora con Ale e Franz, protagonisti di Comincium, uno spettacolo divertente che incarna la voglia di leggerezza che tutti ancora sentiamo e che promette di stampare un sorriso sulla bocca degli spettatori.

L’anno nuovo si aprirà con un trio di grandi attori Geppy Gleijeses, Marisa Laurito e Benedetto Casillo protagonisti lunedì 17 gennaio di Così parlò Bellavista , adattamento teatrale del famoso film di Luciano De Crescenzo che rende omaggio a lui e alla sua Napoli.

Non poteva mancare un grande classico del teatro di Molière, con Il malato immaginario, capolavoro intriso di comicità, che sarà martedì 1 febbraio nell’adattamento firmato da Guglielmo Ferro, con protagonista Emilio Solfrizzi nei panni di Argante alle prese con rimedi e cure di medici improbabili che creano situazioni esilaranti.

Venerdì 18 febbraio sarà invece in scena La vita davanti a sé, tratto dal romanzo di Romain Gary Emile Ajar, un autentico capolavoro “per tutti” dove la commozione e il divertimento si inseguono senza respiro. A condurci dentro le pagine del libro con leggerezza ed ironia sarà Silvio Orlando. Qui il tema centrale è quello della convivenza tra culture religioni e stili di vita diversi in una commovente e attualissima storia.

A marzo invece sarà in scena Alessandro Riccio insieme all’ Orchestra della Toscana in Gli anni Verdi (giovedì 3 marzo): uno spettacolo spassoso, dedicato alla figura e all’opera di Giuseppe Verdi nel quale musica, storia e comicità trovano un accordo perfetto e si adattano ad ogni tipo di pubblico: dall’estimatore di Verdi al più acerbo ascoltatore.

Il cartellone si conclude mercoledì 6 aprile con Simone Cristicchi e il suo Paradiso nel quale affronta, in occasione del settimo centenario della morte di Dante Alighieri, il poema dantesco con il suo originale, poetico punto di vista. Dalle tenebre alla luce: un ‘opera teatrale per voce ed orchestra sinfonica che parte dalla cantica dantesca per raccontare un viaggio interiore dall’oscurità alla luce attraverso le voci potenti dei mistici di ogni tempo.

“Il ritorno al teatro, in presenza, è una delle vittorie più belle – commenta il Sindaco di Pietrasanta Alberto Stefano GiovannettiPoterlo fare in un un teatro rinnovato lo è ancora di più. Il mondo dello spettacolo e dell’intrattenimento è sicuramente quello che è stato più danneggiato dalla pandemia e del prolungamento delle restrizioni. Quel buio periodo è, lo speriamo tutti noi, fortunatamente alle spalle. Il teatro è vita. Torniamo a vivere”.

“Per la prima volta torniamo con la stagione di prosa in un Teatro Comunale nuovo – spiega il presidente della Fondazione Versiliana Alfredo BenedettiNon ci siamo mai completamente fermati, cercando di proporre eventi fruibili a distanza, ma oggi finalmente possiamo tornare ad accogliere in teatro il pubblico della nostra stagione di prosa. E lo possiamo fare mettendo a disposizione il 100% dei 452 posti disponibili. La stagione è davvero tanto attesa, e gli abbonati ci hanno dimostrato in più occasioni la loro voglia di ritrovarsi a teatro e per questo abbiamo inteso dare il massimo per accogliere il nostro pubblico con una proposta di grande qualità. La stagione che oggi presentiamo è frutto di uno sforzo collettivo per il quale ringrazio il nostro consulente artistico Massimo Martini, il nostro consiglio di gestione, l’amministrazione comunale guidata dal Sindaco Alberto Stefano Giovannetti e naturalmente la Fondazione Toscana spettacolo Onlus con la quale abbiamo avviato da tempo un proficuo rapporto di collaborazione”.

“Abbiamo lavorato ad un cartellone di ampio respiro – commenta il consulente artistico della Fondazione Versiliana Massimo Martiniche abbracciasse un ventaglio di tematiche molto differenti tra loro, con spettacoli tutti egualmente imperdibili l’uno per l’altro. Nell’impostare il cartellone che spazia da commedie leggere, spettacoli comici, grandi classici e drammaturgie contemporanee ricche di spunti di riflessione, abbiamo ricercato soprattutto la qualità delle produzioni con attori e autori di grande rilevanza perché il pubblico del Comunale di Pietrasanta è sempre molto attento ed esigente. Dopo l’assenza forzata abbiamo voluto ripresentarci al Teatro Comunale con una proposta qualificata che soddisfacesse in pieno le tante aspettative dei nostri abbonati e spettatori”.

“È per noi motivo di grande soddisfazione – sottolinea la presidente della Fondazione Toscana Spettacolo onlus Cristina Scaletti – presentare la prima stagione teatrale ospitata nel Teatro Comunale di Pietrasanta, dopo l’importante intervento di ristrutturazione che ha restituito alla comunità la sala completamente rinnovata nel dicembre scorso. Questo cartellone, frutto di un proficuo lavoro di collaborazione, consente di salutare nel migliore dei modi la ripartenza del settore dello spettacolo dal vivo con la possibilità di mettere a disposizione degli spettatori il 100% dei posti disponibili in sala. La cultura torna così ad essere anche occasione di incontro e condivisione”.

“Il Teatro Comunale finalmente riapre il sipario per accogliere i suoi affezionati spettatori, nel pieno delle proprie potenzialità – osserva il direttore della Fondazione Toscana Spettacolo onlus Patrizia ColettaSi riparte con una stagione di qualità, che spazia per generi e temi e che vede anche la partecipazione dell’Ensemble di archi e fiati dell’Orchestra della Toscana. Un programma di spettacoli con interpreti di primo piano come Silvio Orlando, Marisa Laurito, Emilio Solfrizzi, Simone Cristicchi, Maria Amelia Monti, Ale e Franz. Il Teatro Comunale riapre le porte al proprio pubblico per rivivere insieme quelprezioso dialogo che da sempre lega palco e platea”.

Gli abbonati della precedente stagione possono rinnovare la tessera da lunedì 8 novembre a sabato 13 novembre ; i giorni per richiedere il cambio del posto sono invece domenica 14 e lunedì 15 novembre. Le nuove sottoscrizioni saranno aperte da martedì 16 novembre a sabato 20 novembre.

Confermate le iniziative di promozione:
Carta dello Spettatore FTS, che offre vantaggi come il biglietto ridotto in tutti i teatri del circuito, eccetto quello in cui viene sottoscritta; Biglietto futuro, riduzioni per under 30; Carta studente della Toscana, biglietto a 8 euro per gli studenti universitari in possesso della carta; Buon compleanno a teatro, che regala il biglietto nel giorno del compleanno; Biglietto sospeso, che consente di offrire uno spettacolo a chi vive un momento di difficoltà; Diventa storyteller, per pubblicare le proprie recensioni e commenti alla serata sul sito toscanaspettacolo.it

Invariati i prezzi dei biglietti e degli abbonamenti.

Campagna abbonamenti

conferme dall’8 al 13 novembre
cambio posto 14 e 15 novembre
nuovi abbonamenti dal 16 al 20 novembre
presso il teatro in orario 17-19

Abbonamenti

platea €130 ridotto €117
galleria € 78 ridotto € 62

Biglietti

platea € 22 ridotto € 19
galleria € 13 ridotto € 10

Carta Studente della Toscana

biglietto € 8 studenti universitari (il posto verrà assegnato, dietro presentazione della carta, in base alla disponibilità della pianta; si consiglia l’accesso in biglietteria almeno un’ora prima dell’inizio spettacolo)

Riduzioni

riduzioni over 65, diversamente abili, possessori Carta dello spettatore FTS (solo per i biglietti) biglietteria presso il teatro due giorni prima di ogni rappresentazione in orario 17-19; il giorno dello spettacolo dalle 17 in poi, acquisto on-line sul sito www.ticketone.it

Info:

Teatro Comunale Pietrasanta
piazza Duomo n. 14 Pietrasanta (Lucca)
tel. 0584 795511
due giorni prima di ogni rappresentazione in orario 17-19;
il giorno dello spettacolo dalle 17

Fondazione Versiliana
viale Morin n. 16 Marina di Pietrasanta (Lucca)
tel. 0584 265735 e 0584 265733
da lunedì a venerdì ore 9-13:30
info@versilianafestival.it

Direzione artistica
Lo Studio Martini srl
Fondazione Toscana Spettacolo onlus

Il programma potrebbe subire variazioni

Le attività si svolgeranno nel rispetto di tutte le misure di sicurezza previste dalle disposizioni di legge impartite a livello nazionale e regionale in fase emergenziale per Covid-19

versilianafestival.it
toscanaspettacolo.it
lostudiomartini.it

dasapere eventiinversilia

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.