Home Da applaudire Mrs Fairytale al Franco Parenti fino al 14 gennaio

Mrs Fairytale al Franco Parenti fino al 14 gennaio

Filippo Timi al Franco Parenti di Milano con Mrs Fairytale. La piece sarà in scena in prima nazionale fino al 14 gennaio.
L’attore torna ad interpretare en travesti, proprio nella sala dove nacque, la casalinga anni cinquanta protagonista di Favola spettacolo prodotto dal Parenti e divenuto un piccolo cult cinematografico nel 2017.

Filippo Timi al Franco Parenti di Milano con Mrs Fairytale

Mrs Fairytale rappresenta l’alternanza di situazioni emotive tra ciò che la protagonista potrebbe vivere e il duro contrasto con la quotidianità. Il tutto sapientemente espresso anche in chiave comica “Non si torna indietro dalla felicita” è il fulcro di questa piece recitata con intensa ironia da un attore che per giungere alla comicità ed alla leggerezza è passato attraverso il dolore. La storia riparte da un Capodanno.

Grafica Divina

Ti piacerebbe raccontare in una intervista chi sei e cosa fai?
Diventa protagonista con il nostro Format!

Un Capodanno che si ripete ormai per Mrs Fairytale, un Capodanno senza tempo che trascorre in solitudine dove il desiderio, la tentazione di uscire, di ballare, magari di passare una banale serata viene sopraffatto dalla quotidiana realtà. “È quasi mezzanotte… potrei uscire, andare a ballare ubriacarmi e forse passare persino una banale serata. Invece, no….io da qui non mi muovo!”.

Così esordisce Mrs Fairytale che rimasta sola in casa (il marito Stan è in viaggio per affari situazioni tipica di quegli anni), trascorre il suo tempo a parlare col suo cagnolino impagliato o al telefono con la mamma. Improvvisamente, però, qualcosa di strano succederà proprio quella notte: l’incontro incredibile e surreale con un uomo invisibile (nella piece interpretato da Emiliano Coltorti) un incontro creato per riempire la sua perpetua sofferenza, ma che a seguito del quale Mrs Fairytale per combattere e vincere questa sua sofferenza: “Aggrappata con le unghie posticce ad una posticcia realtà”, prenderà una definitiva ed estrema decisione.

Una storia di solitudine abbastanza amara, ambientata in un periodo ed in un contesto sociale dove il ruolo della donna era per lo più quello della casalinga, perfetto, ma solo in apparenza. Grazie al suo grande talento Filippo Timi fa vivere intensamente al pubblico con alternanza di emozioni il senso della “realtà posticcia”, con leggerezza, ma fa riflettere.

Su Filippo Timi leggi anche questo articolo!

Articolo di: Ugo Negrini

dasapere da leggere

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.