Home Da conoscere Riaccendi il Sorriso con Rosaria Sommariva

Riaccendi il Sorriso con Rosaria Sommariva

La dott.ssa Rosaria Sommariva è un’odontoiatra, con specializzazione in ortodonzia ed è una esperta di medicina del sonno. Oltre all’attività di ortodonzia dirige una clinica del sonno, un luogo in cui vengono effettuate diagnosi e terapie dei molteplici disturbi legati al sonno. Si occupa da molti anni di queste problematiche e insieme ad altri colleghi neurologi, pneumologi, cardiologi, otorini, psicologi, andrologi… mettono al centro il paziente e con un approccio multidisciplinare propongono terapie personalizzate.

Rosaria Sommariva è la presidente dell’associazione Riaccendi il Sorriso!

Svolge la sua professione presso lo Studio Medico Dentistico Santa Apollonia di Porcari. Ha fondato e presiede l’associazione Riaccendi il Sorriso con l’obiettivo di puntare un riflettore sui problemi che molti giovani si trovano ad affrontare dovuti alla dipendenza da dispositivi elettronici, disturbi che sfociano in vere e proprie crisi di astinenza e gravi conseguenze.

Grafica Divina

Ti piacerebbe raccontare in una intervista chi sei e cosa fai?
Dai un’occhiata al nostro Format!

La dott.ssa Sommariva al Festival della Salute di Viareggio

Lei è una dentista specializzata in Ortodonzia e Medicina del Sonno. Che relazione c’è tra queste due branche della medicina? 

Il legame tra l’ortodonzia e la medicina del sonno risiede nel fatto che esistono dei particolari dispositivi ortodontici che possono migliorare e risolvere i disturbi respiratori in sonno e far tornare a respirare il paziente quando dorme.

L’ortodonzia è una branca dell’odontoiatria che si occupa non soltanto dell’allineamento della dentatura, ma permette di correggere disturbi più importanti come quelli dento-scheletrici e di risolvere problematiche funzionali, come la deglutizione, la masticazione, e la respirazione e quindi anche i disturbi respiratori nel sonno.
La medicina del sonno è una materia complessa e richiede un approccio multidisciplinare. Sono coinvolte diverse branche della medicina e altrettanti specialisti.

Quando e perché ha iniziato ad occuparsi di medicina del sonno?

Io ho iniziato ad occuparmi di medicina del sonno all’Università di Siena, ai tempi della specializzazione parecchi anni fa. In quegli anni dal reparto di neurologia dell’ospedale Universitario di Siena ci inviavano i pazienti affetti da apnee notturne affinché noi ortodontisti confezionassimo dei particolari dispositivi per risolvere questa patologia nel sonno. Quindi l’idea che un dentista potesse migliorare la qualità del sonno e della vita di una persona mi ha subito colpito, affascinato, ecco che negli anni ho approfondito gli studi sul sonno, ho seguito un lungo percorso formativo che mi ha portato fino a qui.

Come è nata Riaccendi il Sorriso?

Durante le visite che faccio ogni giorno ai miei pazienti negli ultimi anni ho notato un cambiamento radicale nell’atteggiamento dei più piccoli, dei disagi più o meno marcati. Come medico mi sono chiesta cosa potevo fare, notavo la loro agitazione, l’iperattività e ci tenevo a dare il mio contributo, sentivo l’esigenza dentro di me di fare qualcosa.
Amo lavorare in squadra quindi mi sono confrontata con altre persone, ho coinvolto amici, colleghi, genitori e ringrazio per l’affetto che mi trasmettono. Abbiamo deciso di fondare un’associazione e dal primo giorno sono partite diverse iniziative: una stretta collaborazione con i pediatri, accordi con la scuola, con il Provveditorato agli Studi, con le associazioni sportive e non solo. Al fine di riaccendere il sorriso mediante un uso consapevole, un uso corretto dei dispositivi digitali, perché l’abuso di tecnologia può creare dipendenza, proprio come una droga.

La dott.ssa Sommariva con Marino Bartoletti a La Versiliana

La scintilla?

Il sogno è quello di fornire una corretta informazione riguardo all’uso improprio della tecnologia, cominciando a sensibilizzare, a formare tutte le figure genitoriali sui rischi delle dipendenze dai social e non solo. Come associazione vogliamo attuare campagne di informazione e sensibilizzazione sui rischi dell’uso eccessivo e scorretto dei dispositivi digitali, senza demonizzarli.

E tanti sono i progetti che questa giovane associazione ha promosso come l’importante convegno di quest’estate a La Versiliana di Marina di Pietrasanta e quello organizzato all’interno del Festival della Salute di Viareggio lo scorso fine ottobre. E tante altre la aspettano, un nuovo convegno verrà presentato in una conferenza stampa presso la presidenza della Regione Toscana…

Resta informato, segui le iniziative dell’associazione Riaccendi il Sorriso sulla pagina Facebook ufficiale:
https://www.facebook.com/AssociazioneRS

Intervista di: Elena Torre

dasapere da leggere

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.