Home Musica MARIA ANTONIETTA in concerto all’Eremo Club di Molfetta

MARIA ANTONIETTA in concerto all’Eremo Club di Molfetta

Pop anni Ottanta, suggestioni new wave, echi britpop e alt-pop in un album sfrontato ed orgoglioso, “una specie di sorriso per riaffermare un senso di indipendenza, di fiducia e, perché no, di felicità, una felicità conquistata e difesa con le unghie e con i denti contro la corrente di un mondo che, soprattutto quando sei una donna con un microfono, incoraggia l’insicurezza, la vergogna e la bidimensionalità”. Tutto questo è “Deluderti”, nuovo lavoro della cantautrice MARIA ANTONIETTA, protagonista del live del 2 giugno all’Eremo Club di Molfetta (apertura botteghino alle 21.30, inizio live alle 22, ticket 7 euro +dp, 8 euro al botteghino. Prevendite disponibili nel circuito Vivaticket. Info: 340/ 7225770).

Dopo gli appuntamenti nei club e la performance sul palco del Concerto del Primo Maggio a Roma, la talentuosa artista è partita con un nuovo tour in cui è accompagnata sul palco da una formazione composta da Matteo “Tegu” Sideri alla batteria, Daniele Rossi alle tastiere e violoncello, Marco Imparato al basso e Andrea Vescovi alla chitarra elettrica. In apertura, spazio all’indie rock di MÈSA, cantautrice romana che il  2 marzo ha pubblicato “Touché”, participio passato del verbo toucher e titolo del suo primo disco (Bomba Dischi). La serata proseguirà con le selezioni dei dj dell’Eremo Club.

Grafica Divina

Letizia Cesarini, vero nome di Maria Antonietta, appassionata del regno animale e vegetale, di studi di genere, di arte medievale, di poesia e teologia. Cerca ci conciliare le sue passioni, costruendo di volta in volta cattedrali di suoni e di sensi. “Deluderti” è stato scritto non a caso nella campagna di Senigallia, nella sua casa circondata dai meli, dagli olivi, dai cipressi, dalle siepi di salvia, dal gelsomino e dalle api. Uno spazio sicuro, quasi immune dal concetto di aspettativa e delusione, una specie di spazio astratto dalle contingenze.

Sono stati anni densi di letture e scatoloni di libri che arrivavano a giorni alterni: i libri per la mia tesi di laurea, i saggi di storia medievale, i libri di poesia soprattutto. Cristina Campo, Fernanda Romagnoli, Emily Dickinson, Sylvia Plath, come sorelle maggiori e quasi unica compagnia nella scrittura, un percorso tortuoso e luminoso a tratti”, racconta l’artista pesarese. Produzione e arrangiamenti curati da Maria Antonietta insieme a Giovanni Imparato (Colombre) e in seguito collaborando anche con Tommaso Colliva e Fabio Grande, cercando di puntare alla luminosità e alla freschezza delle foglie, dei fiori, della Natura che la circondava, cercando di accompagnare le parole e di sostenerle senza prevaricarle. Organi, omnichord, piano, strings tutti elementi d’aria, luminosi che riuscissero anche paradossalmente ad affilare ancora di più ciò che di oscuro e aspro c’è nelle parole. Perché nel disco “c’è rabbia, amarezza, una certa dose di sfida e certo anche un sorriso a chiosa di tutto, ma di certo un sorriso che si conquista tutti i giorni a caro prezzo”.  

BIO – Dopo aver autoprodotto il suo primo disco nel luglio 2010 “Marie Antoinette wants to suck your young blood” e dopo aver fondato il progetto shoegaze Young Wrists nella sua Pesaro, confeziona l’esordio (omonimo) in italiano registrato e prodotto da Dario Brunori Sas nel 2012. Seguono un lungo tour e poi il secondo album ”Sassi“, prodotto insieme ai fratelli Imparato, che esce nel marzo 2014 per La Tempesta. A seguito del tour, accompagnata dai musicisti del gruppo Chewingum, decide di re-incidere i brani di “Sassi” in chiave elettronica, il risultato è l’EP “Maria Antonietta Loves Chewingum” del 2015. Dopo oltre 100 spettacoli dal vivo in poco più di sette mesi in Italia e un tour europeo, trascorre un anno a scrivere la sua tesi di laurea in Storia dell’Arte dedicata alle pratiche sommerse della creatività femminile, poi confeziona un singolo per i Tre allegri ragazzi morti e tiene una serie di reading dedicati alle sue poetesse del cuore (Dickinson, Plath, Cvetaeva, Campo).

Sabato 2 GIUGNO

MARIA ANTONIETTA in “Deluderti tour”  

Opening act: Mèsa  

Aftershow con I dj dell’Eremo

Apertura cancelli: 21.30

Start live: 22

Ticket: 7 euro + dp, 8 al botteghino

Prevendite disponibili nel circuito Vivaticket

Info: 340 7225770

 

Eremo Club – S.P. Molfetta-Giovinazzo Km. 779 

(dalla S.S. 16 bis, Uscita Molfetta sud, al semaforo svoltare a destra verso Giovinazzo)

Ufficio stampa

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.