Home Da applaudire “Stanca di guerra”: Lella Costa al Castello Sforzesco di Milano

“Stanca di guerra”: Lella Costa al Castello Sforzesco di Milano

“Stanca di guerra” al Castello Sforzesco di Milano

Martedì 19 luglio nell’ambito della rassegna Milano è viva 2022, il Calendario degli eventi organizzato dal Comune di Milano, il Teatro Carcano riproporrà dopo ben venticinque anni lo spettacolo di Lella Costa “Stanca di guerra”. Una tappa programmata per l’urgenza di tornare in argomento visto il particolare momento.
Lella Costa che per altro è una delle autrici del testo, prova a riflettere sui motivi per cui una guerra sembra di debba sempre e comunque fare. Sembra sempre che ci sia qualcosa per cui sia indispensabile farla, la guerra, che sia la libertà, la giustizia, l’onore, le proprie idee.

Vuoi farti conoscere?
Compila il nostro Format per essere protagonista nella prossima intervista
oppure scrivi alla nostra redazione per trovare la tua formula giusta!
redazione@dasapere.it

Grafica Divina
Lella Costa
Lella Costa

Ma cosa c’è dentro la guerra, che la rende così terribile, invincibile e insieme imprescindibile?
Con la solita ironia e con sentimento Lella Costa prova a scandagliare gli stati d’animo individuali e collettivi che generano la guerra. Stati d’animo che confluiscono nelle guerre consuete tra uomini e donne, di religione, di opinione, quelle di nervi, quelle psicologiche, le guerre fredde, i conflitti di coscienza e di interesse. Poi quella vera, che scoppia sempre più vicino a casa nostra e quelle che si fa fatica a crederci. Ma sempre e solo guerra!

Poi c’è la denuncia contro la guerra; quella fatta più che altro di cifre, di dati di elenchi. Elenchi di deportati, di torturati, di vittime. Gli orrori della guerra che diventano sempre più orrori. Quindi notizie di prima mano, Interviste dirette, sui campi di battaglia, diari, fotografie di guerra, telecamere, cineprese sulla guerra; fiction sulla guerra… Ma nonostante ciò le guerre continuano!

Tutto questo è ciò che ci racconta Lella Costa affinché questo stato d’animo di enorme stanchezza, presenza tangibile dell’intero testo teatrale, possa diventare lo stato d’animo di tutti noi e di coloro che di guerre vivono e che ancora oggi fanno della guerra e del sopruso un diritto.
“Stanca di guerra”, dopo Milano, sarà a Bologna nell’ambito della rassegna per ricordare la strage di Ustica.

Articolo di: Ugo Negrini

dasapere da leggere
Articolo precedenteCosa mangiano i VIP
Articolo successivoFestival del Pensare, con Stefano Mancuso
Collaboratrice di numerosissime testate, tra cui Topolino e Corriere dei Piccoli, è stata direttrice responsabile di piccole testate e autrice di tre biografie (Julio Iglesias, Adriano Celentano e Nazionale Italiana Cantanti); traduttrice dal giapponese delle poesie di Murasaki Shikibu (973/1014) e Izumi Shikibu (976/1033). Ama la moda, l’enogastronomia, lo spettacolo, il design, i viaggi, la medicina e la cultura ebraica.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.