Home Da applaudire Auditorium Manzoni riapre al pubblico con la Primavera Sinfonica

Auditorium Manzoni riapre al pubblico con la Primavera Sinfonica

Dal 15 maggio il Teatro Comunale di Bologna riapre al pubblico.
7 concerti, di cui 5 con l’Orchestra e 2 con la Filarmonica del Teatro Comunale, in programma fino al 20 giugno.
Si riparte con l’integrale delle sinfonie di Schumann proposta in due serate da James Conlon Torna la bacchetta di Oksana Lyniv per un programma tutto wagneriano Juraj Valčuha interpreta Il castello del Principe Barbablù in forma di concertoTra gli ospiti anche i direttori d’orchestra Henrik Nánási e Marta Gardolińska e i violinisti Julian Rachlin e Marc Bouchkov. Biglietti in vendita online da oggi, 8 maggio, e dall’11 maggio anche presso la biglietteria del Manzoni.

Primavera Sinfonica all’Auditorium Manzoni di Bologna

Il Teatro Comunale di Bologna è pronto a riaccogliere il suo pubblico all’Auditorium Manzoni con un cartellone di 7 concerti primaverili della Stagione Sinfonica 2021, che vede protagonisti interpreti di respiro internazionale, a partire da sabato 15 maggio. Nel frattempo in Sala Bibiena – proprio in questi giorni – hanno preso il via le prove della Bohème con il regista Graham Vick, opera che verrà rappresentata in forma scenica a fine giugno.

Grafica Divina

Tutti i concerti, sotto il titolo di “Primavera Sinfonica”, avranno inizio alle 19.30 e l’Auditorium Manzoni potrà accogliere fino a un massimo di 500 persone, in ottemperanza al decreto-legge n. 52 del 22 aprile 2021, le quali verranno fatte sedere con posti alternati per rispettare i protocolli di sicurezza. Inoltre, per permettere il distanziamento tra i professori d’orchestra, il palcoscenico è stato allungato verso la platea di oltre 2 metri.

«Riapriamo per non fermarci più, questo il nostro auspicio – dice il Sovrintendente Fulvio Macciardi –. Il Teatro ha dimostrato di essere in grado di accogliere il pubblico in sicurezza e potrà così tornare ad esprimere il suo importante ruolo culturale e sociale. Nei primi giorni di riapertura i nostri due palcoscenici – al Teatro Comunale e all’Auditorium Manzoni – ospiteranno le attività di altre istituzioni culturali e musicali bolognesi. Siamo quindi felici di poter condividere questo momento così significativo per tutti noi e per la città intera».

Avviata nella scorsa stagione, prosegue e si rinnova la collaborazione con la Filarmonica del Teatro Comunale di Bologna, guidata dal Presidente Giorgio Zagnoni, che sarà protagonista di due dei concerti primaverili alternandosi con la compagine della Fondazione bolognese.

La serata di riapertura al pubblico, in programma sabato 15 maggio, vede sul podio dell’Orchestra del Comunale l’americano James Conlon, Direttore musicale dell’Opera di Los Angeles e dal prossimo settembre Consulente artistico della Baltimore Symphony Orchestra, che avrebbe dovuto dirigere un concerto già nel 2020 saltato a causa dell’emergenza sanitaria. Per questa nuova occasione speciale, Conlon affronta in due date l’integrale delle sinfonie di Robert Schumann: si parte con la Sinfonia n. 1 in si bemolle maggiore op. 38 “Primavera” e con la Sinfonia n. 3 in mi bemolle maggiore op. 97 “Renana”, seguite mercoledì 19 maggio dalla Sinfonia n. 2 in do maggiore op. 61 e dalla Sinfonia n. 4 in re maggiore op. 120.

Gradito ritorno, sabato 29 maggio, della direttrice d’orchestra ucraina Oksana Lyniv, recente protagonista con l’Orchestra del TCBO del concerto a porte chiuse proposto in streaming lo scorso 28 marzo, che ha segnato il suo debutto italiano. Lyniv – che è attesa quest’estate al Festival di Bayreuth quale prima donna a salire sul podio del Festspielhaus – propone un programma tutto wagneriano che prevede le Ouvertures dalle opere Rienzi, Der fliegende HolländerTristan und Isolde e Tannhäuser, il Preludio atto I dal Lohengrin e il Preludio da Die Meistersinger von Nürnberg.

Lunedì 31 maggio protagonisti insieme alla Filarmonica del Teatro Comunale di Bologna sono il violinista austriaco di origine lituana Julian Rachlin, già ospite della Stagione 2020 per uno degli ultimi concerti a febbraio prima del lockdown, e il direttore d’orchestra Henrik Nánási, il cui concerto previsto la scorsa stagione era stato cancellato causa Covid. In programma il Concerto in re maggiore per violino e orchestra op. 77 di Johannes Brahms e la Sinfonia n. 8 in sol maggiore op. 88 di Antonín Dvořák.

Ospite frequente del teatro felsineo, che nel 2020 ha inaugurato con successo la Stagione Lirica con Tristan und Isolde e in settembre è stato protagonista del primo concerto al PalaDozza, torna sul podio dell’Orchestra del Comunale lo slovacco Juraj Valčuha, Direttore musicale del Teatro di San Carlo di Napoli e Primo direttore ospite della Konzerthausorchester di Berlino. Per il suo doppio appuntamento al Manzoni, martedì 8 giugno e in replica mercoledì 9 giugno, Valčuha interpreta in forma di concerto Il castello del Principe Barbablù (A kékszakállú herceg vára, op. 11) di Béla Bartók, prima e unica opera del musicista ungherese, su libretto di Béla Balázs. Solisti il baritono Károly Szemerédy e il soprano Atala Schöck.

La “Primavera Sinfonica” del Comunale al Manzoni si chiude domenica 20 giugno con la Filarmonica del Teatro Comunale di Bologna e due musicisti trentenni. La prima è la direttrice d’orchestra polacca Marta Gardolińska, che nella stagione 2021/2022 diventerà Direttore Musicale dell’Opéra national de Lorraine e che è reduce dal successo sul podio della Los Angeles Philharmonic, grazie alla vittoria della borsa di studio istituita da Gustavo Dudamel. Il secondo è il violinista belga di origini russe Marc Bouchkov, vincitore del Concours musical international de Montréal nel 2013. Il programma della serata include il Concerto in re minore per violino e orchestra op. 47 di Jean Sibelius e la Sinfonia n. 1 in do minore op. 68 di Johannes Brahms.

I concerti sono realizzati grazie a Intesa Sanpaolo,Main Partner della Stagione Sinfonica 2021 del TCBO che quest’anno prevede una programmazione in streaming sui canali digitali del teatro e un’offerta di spettacoli dal vivo, con la ripresa delle attività in presenza di pubblico a seguito delle recenti disposizioni governative.

biglietti – dal prezzo volutamente contenuto di 25 euro (Intero platea e galleria), 20 euro (Ridotto abbonati TCBO alla Stagione 2020 Opera, Sinfonica e Danza) e 15 euro (Ridotto Under30) – sono in vendita a partireda oggi, sabato 8 maggio, online e telefonicamente tramite Vivaticket, dall’11 maggio anche presso la biglietteria dell’Auditorium Manzoni (Via De’ Monari 1 / 2) aperta dal martedì al venerdì dalle 12 alle 18, il sabato dalle 11 alle 15 e il giorno del concerto da 2 ore prima fino a 15 minuti dopo l’inizio dello spettacolo. L’accesso in sala per coloro già in possesso di un titolo di ingresso è previsto da un’ora prima dello spettacolo.

Per l’acquisto dei biglietti potrà essere utilizzato il voucher emesso per spettacoli e concerti del Teatro Comunale di Bologna annullati causa Covid-19 nel corso della Stagione 2020.

La biglietteria del TCBO di Largo Respighi 1 rimarrà chiusa al pubblico e sarà riaperta a partire dal 12 giugno 2021.

In attesa della riapertura al Manzoni, domenica 9 maggio alle 17.30 verrà trasmesso in streaming sul canale YouTube del Teatro Comunale di Bologna il concerto sinfonico registrato a porte chiuse lo scorso 23 aprile, con l’Orchestra del TCBO guidata da Frédéric Chaslin. In programma la Sinfonia n. 9 in do maggiore D 944 “La grande” di Franz Schubert.

Info: www.tcbo.it

Vuoi farti conoscere?
Compila il nostro Format per essere protagonista nella prossima intervista
oppure scrivi alla nostra redazione per trovare la tua formula giusta!
redazione@dasapere.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.