Home Da non perdere Domenica 6 settembre Percorsi Ebraici a Firenze

Domenica 6 settembre Percorsi Ebraici a Firenze

300

“PERCORSI EBRAICI” TRA INCONTRI, MUSICA E SAPORI. FIRENZE CELEBRA LA GIORNATA EUROPEA DELLA CULTURA EBRAICA

Giornata all’insegna di “Percorsi biblici”, “Percorsi del gusto”, “Percorsi di menti erranti” e “Percorsi del canto”. Gran finale con il concerto-spettacolo di Ottavia Piccolo, Enrico Fink e l’Orchestra Multietnica di Arezzo. Diretta radiofonica su Controradio e in video su facebook, youtube e controradio.it dalle 16, con collegamenti Da Livorno, Pisa e Siena.

Grafica Divina

“Percorsi ebraici” alla scoperta della storia e delle tradizioni di un popolo presente in Italia da oltre duemila anni. Domenica 6 settembre Firenze celebra la ventunesima edizione della Giornata Europea della Cultura ebraica in un variegato programma di incontri, musica e sapori organizzato dalla Comunità Ebraica di Firenze in collaborazione con Rete Toscana Ebraica, Regione Toscana e Comune di Firenze nell’ambito dell’Estate Fiorentina. Tutti gli appuntamenti, ad ingresso gratuito nel rispetto delle norme anti Covid, si terranno nella Sinagoga di Via Farini, 6 (tel 055 245252; www.firenzebraica.it, info@firenzebraica.it).  

Il programma – Come ormai di consueto, il tema della Giornata viene scelto a livello europeo: nella sola Italia saranno più di 90 le località dove comunità ebraiche, musei e associazioni si dedicheranno all’esplorazione e la condivisione di “Percorsi Ebraici”. La Giornata fiorentina, con la direzione artistica della scrittrice Laura Forti, affronta questo tema tenendo conto del momento particolare e dell’emergenza COVID; i “percorsi” saranno anche percorsi immaginari, percorsi della mente, come siamo stati abituati a fare nelle lunghe settimane di lockdown. Si partirà alle ore 11 con i saluti del presidente della Comunità Ebraica di Firenze David Liscia, dell’assessore alla cultura del Comune di Firenze Tommaso Sacchi a cui seguirà (ore 11,30) l’incontro dal titolo “Percorsi Biblici: Storie e personaggi del libro” con interventi di Rav Gadi Piperno, Daniele Garrone, Wlodek Goldkorn, Miriam Camerini, Maria Cristina Carratù. Alle ore 12,45 appuntamento con i “Percorsi del gusto: viaggio identitario nelle ricette di famiglia” e degustazioni di specialità ebraiche a cura di Michele Hagen e Jean Michel Carasso (prenotazione obbligatoria su www.balagancafe.it). Alla pausa pranzo seguirà nel pomeriggio (ore 14,30) “Percorsi di menti erranti – Da Meshullam da Volterra e Beniamino da Tudela a Dante, passando per l’ippocampo e la corteccia prefrontale” con interventi diella storicaAlessandra Veronese e del neuroscienziato Alessandro Treves. Nel pomeriggio (ore 16) spazio a “Percorsi toscani: il viaggio di Maggino di Gabriello” con Dora Liscia che racconterà episodi e vicissitudini della vita di questo ebreo veneziano. A seguire (ore 17) “Percorsi del canto: La musica sinagogale fiorentina e i suoi viaggi nel Mediterraneo” con Enrico Fink e aperitivi a cura del Balagan Bistrot con il barman Edoardo Baldessari. Gran finale alle ore 18,30 con “L’Esilio. Un percorso di parole e musica” concerto-spettacolo con Ottavia Piccolo, Enrico Fink e l’Orchestra Multietnica di Arezzo.

La novità – Novità per la Toscana dell’edizione 2020 della Giornata sarà la diretta Facebook sulla pagina “Rete Toscana Ebraica” con collegamenti con le Comunità di Firenze, Siena, Pisa e Livorno per uno sguardo virtuale sulle iniziative in corso (dalle ore 16 alle ore 19,30).

Visite guidate in Sinagoga – Per tutta la giornata sarà possibile visitare la Sinagoga con percorsi guidati alla scoperta della Firenze ebraica (ore 11.30, 13, 14.30 e 18.30), a cura di Coopculture.

La Sinagoga e il Museo Ebraico saranno aperti al pubblico dalle ore 11.00 alle ore 18.00. A disposizione dei visitatori il Bookshop Giuntina, il Jewishshop Coopculture, il Balagan Bistrot cafè, con assaggi gastronomici, bevande e aperitivi dalle mille tradizioni ebraiche

Per maggiori informazioni: Tel. 055 245252, www.firenzebraica.it, info@firenzebraica.it.

La Giornata Europea della Cultura Ebraica, che quest’anno avrà Roma come città capofila, si celebrerà in contemporanea in oltre 90 località in Italia e 30 Paesi europei e gode del Patrocinio del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, dell’Associazione Nazionale Comuni Italiani. E’ inoltre riconosciuta dal Consiglio d’Europa.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.