Home Da applaudire Ma per fortuna che c’era il Gaber con Giole Dix

Ma per fortuna che c’era il Gaber con Giole Dix

Ma per fortuna che c’era il Gaber -Viaggio tra inediti e memorie del Signor G con Gioele Dix.

Lo spettacolo andrà in scena dal 17 al 21 maggio presso il Teatro Franco Parenti di Milano in occasione del ventennale della scomparsa del grande artista.

Grafica Divina

Sarà Gioele Dix a rendere omaggio al talento inimitabile di Giorgio Gaber in questa unica occasione, eccezionalmente anche nella veste di cantante oltre a quella di attore; accompagnato al pianoforte da Silvano Belfiore e da  Savino Cesario alla chitarra.

Sarà uno spettacolo diverso, che proporrà sorprese e rievocazioni personali del grande Gaber, che omaggerà non soltanto il cantautore ma  soprattutto il grande pensatore quale Gaber è stato; capace di intercettare gli umori e le contraddizioni della società a lui contemporanea.

Grande estimatore del repertorio e del pensiero Gaberiano fin da giovane, Gioele Dix  dal palcoscenico condurrà lo spettatore in un viaggio in cui brani conosciuti del repertorio di Gaber e Luporini si intrecceranno a materiali inediti: testi mai musicati, canzoni mai eseguite dal vivo, monologhi abbozzati e mai completati che la Fondazione Gaber ha messo generosamente a disposizione del progetto.

Un lavoro che ha richiesto  grande preparazione e una profonda e dettagliata conoscenza del personaggio Gaber che Dix ha sviluppato attraverso uno studio profondo e ad una condivisione del pensiero dello stesso; nonché ad una sincera ammirazione. 

Dunque un doveroso omaggio al talento di un grande uomo di spettacolo del secolo scorso, forse non sempre facile da seguire, precursore dei tempi, il cui pensiero che ci ha lasciato in eredità trova conferma e dovrebbe essere oggetto di riflessione anche nei giorni nostri.

 Milano ha recentemente dedicato anche un teatro a Gaber- il Teatro Lirico – a dimostrazione del sentimento di profonda gratitudine che questa città nutre nei confronti di Giorgio Gaber; un uomo libero, grande interlocutore che tanto ha dato al pubblico sotto  il profilo culturale e di serio intrattenimento. Gioele Dix, al Parenti, sicuramente sarà in grado di incuriosire lo spettatore, di esaltare e  mettere in rilievo il lavoro di questo grande artista.

Articolo precedente“Tutti su! Buon Compleanno Claudio”
Articolo successivoFesta dell’Europa a Parma in scena The Wall: i nostri muri
Collaboratrice di numerosissime testate, tra cui Topolino e Corriere dei Piccoli, è stata direttrice responsabile di piccole testate e autrice di tre biografie (Julio Iglesias, Adriano Celentano e Nazionale Italiana Cantanti); traduttrice dal giapponese delle poesie di Murasaki Shikibu (973/1014) e Izumi Shikibu (976/1033). Ama la moda, l’enogastronomia, lo spettacolo, il design, i viaggi, la medicina e la cultura ebraica.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.