Home Da ascoltare Fiorella Mannoia in tv con due serate con tantissimi ospiti

Fiorella Mannoia in tv con due serate con tantissimi ospiti

123

“La musica che gira intorno”. Due puntate su RaiUno – venerdì 15 e venerdì 22 gennaio, in prima serata – di duetti e monologhi, tanta musica, canzoni, con la conduzione di Fiorella Mannoia e la regia di Duccio Forzano

Questa mattina DaSapere ha partecipato alla conferenza stampa – in diretta streaming su Zoom – di presentazione di queste due specialissime serate dense di grandi personaggi del mondo dello spettacolo e all’insegna della buona musica

Scorri l’articolo per leggere l’intervista

fiorella mannoia conferenza stampa 14 gennaio 2021 per la musica che gira intorno su raiuno
Durante la conferenza stampa in diretta streaming (Fiorella è a testa in giù)

Gli ospiti della prima puntata:

Claudio Baglioni, Alessandro Siani, Francesco De Gregori, Antonello Venditti, Giorgio Panariello, Marco Mengoni, Marco Giallini, Giorgia, Edoardo Leo, Andrea Bocelli, Sabrina Impacciatore, Achille Lauro, Gigi D’Alessio, Ambra Angiolini, Samuele Bersani, Flavio Insinna, Luciano Ligabue

FIORELLA MANNOIA fa il suo ritorno in tv con un nuovo programma che celebra la musica e il suo valore nella vita di tutti noi: venerdì 15 e venerdì 22 gennaio sarà protagonista della prima serata su RaiUno con “LA MUSICA CHE GIRA INTORNO” (in onda dalle ore 21:25).

In ogni serata condotta da Fiorella saranno presenti importanti personaggi del mondo musicale, del cinema, del teatro e della tv.
Gli ospiti eccezionali della prima puntata sono: Claudio Baglioni, Alessandro Siani, Francesco De Gregori, Antonello Venditti, Giorgio Panariello, Marco Mengoni, Marco Giallini, Giorgia, Edoardo Leo, Andrea Bocelli, Sabrina Impacciatore, Achille Lauro, Gigi D’Alessio, Ambra Angiolini, Samuele Bersani, Flavio Insinna e Luciano Ligabue.

«C’è musica per la testa, che fa pensare, c’è musica per il cuore, che fa emozionare, c’è musica per le gambe, che trasmette allegria e fa ballare – dichiara Fiorella Mannoia  Ci sono parole per le canzoni e ci sono parole che diventano storie da raccontare… le nostre storie… la nostra musica».

I due speciali appuntamenti andranno in onda dal Teatro 1 di Cinecittà World, dove gli ospiti celebreranno insieme a Fiorella il ruolo della musica, in quanto colonna sonora della nostra vita.

“La musica che gira intorno”, il cui titolo omaggia la canzone di Ivano Fossati, attraverso un racconto costruito dalle canzoni e dalle storie interpretate da Fiorella e dagli ospiti dello show, ci farà emozionare, riflettere su noi stessi, rievocare i ricordi più importanti delle nostre storie, personali e collettive.

Come la musica fa sempre, nelle vite di tutti noi.

fiorella mannoia conferenza stampa 14 gennaio 2021 per la musica che gira intorno su raiuno
Durante la conferenza stampa in diretta streaming (Fiorella è a testa in giù)

Dalla conferenza stampa…

Stefano Coletta (direttore di RaiUno):

“Fiorella unisce al coraggio una grandissima gentilezza. È una donna che porta avanti il proprio coraggio, ma sempre con grandissima eleganza”

Claudio Fasulo (vicedirettore di RaiUno):

“L’intrattenimento musicale è il core business della nostra rete. Perché la musica è forse l’unica Arte che può essere spalmata su tutta la nostra vita.
Fiorella, con la sua straordinaria capacità di essere protagonista di pezzi unici e di duetti incredibili, sarà la padrona di casa di queste due serate”

Duccio Forzano (regista)

“Abbiamo fatto insieme anni fa il video di Sally, poi non abbiamo più lavorato insieme. Sono felice di lavorarci di nuovo per queste due serate”

La parola a Fiorella Mannoia: l’intervista

Ami le collaborazioni?
Da soli non si va da nessuna parte. Sono fondamentali i collaboratori. E non si può lavorare con persone con cui non si condividono le idee.

A chi ti ispiri per la conduzione televisiva?
Appena abbiamo parlato di questo progetto, il mio pensiero è andato a Mina. Era lei la mattatrice del sabato sera, con la sua ironia, il suo disincanto. Una volta Mario Luzzatto Fegiz (giornalista, ndr) mi disse che sul palco mi rivedeva un po’ cavallona come Mina (ride). Ecco: il mio modello sono i suoi sabato sera.

Cosa pensi quando ti rivedi in tv 40 anni fa che cantavi “Caffè nero bollente”?
Se mi fossi rivista poco tempo dopo avrei detto: “Ma nooo! Per carità! Con quel ciuffo!”. Ora, dopo 40 anni, mi rivedo e sorrido e mi fa tenerezza rivedermi.

“La musica che gira intorno” è una canzone di Ivano Fossati. Lo hai sentito in questi giorni, magari per invitarlo a cantarla insieme?
(ride, ridiamo tutti, consapevoli di quanto Fossati sia refrattario alla televisione) Questa canzone è un’ispirazione, l’ho presa in prestito per il titolo per questo motivo. Ivano… Ho provato a dirgli se voleva partecipare, anche in qualsiasi modo, anche passando di corsa dietro il palco, ma ha detto: “Sto tanto bene a casa e proprio non ci penso”.

Ci sarà Zucchero?
Sì, nella seconda puntata.

È stato difficile convincerlo?
No, devo dire che non è stato difficile. Ma tutti hanno accettato subito l’invito. Forse anche per il fatto che a condurre un programma di musica sia una donna che fa musica, probabilmente è una garanzia.

C’è un duetto che inaspettatamente ti ha messa in difficoltà?
In difficoltà no. È chiaro che se duetti con Giorgia, che ha una vocalità che io non ho, a un certo punto la devi lasciare andare e lei va, lei vola… Ci sono artisti con cui vocalmente sono più in sintonia. Posso dire che uno dei duetti più simpatici è quello che farò con Marco Giallini.

Un tuo pensiero su questo momento storico?
In questo momento siamo tutti con i nervi tesi. Non solo noi operatori dello spettacolo, ma soprattutto le attività commerciali. Sul governo vedo tanta confusione, ma non c’ho capito niente!

Ci sarà Amadeus tra i tuoi ospiti?
Guarda, quando ci sono le serie tutti mi odiano perché spoilero (ride). Perciò non posso spoilerare. Dico solo che non si sa.

Era per sapere se magari poi ricambierai il favore…
(ride) Ma… Non lo posso dire, ancora non so niente (di Sanremo, ndr). Per ora c’è questo, che è già un impegno grosso.

Com’è lavorare senza pubblico?
Avere davanti una platea vuota è innaturale. Abbiamo immaginato gli applausi, ma non è facile. Ma la sicurezza viene prima di tutto, quindi dobbiamo aspettare tempi migliori.

Come hai scelto le canzoni per i duetti?
Li abbiamo pensati e scelti al momento in cui gli ospiti hanno aderito. Li abbiamo scelti insieme, ci siamo confrontati perché le tonalità delle voci sono differenti.

Come hai scelto gli ospiti?
Ho contattato quelli a me più vicini. Negli anni ho collaborato quasi con tutti gli artisti. Ho scelto quelli che conosco meglio, quelli con cui ho già collaborato in passato. Sono persone le cui strade negli anni si sono incontrate con la mia.

Fiorella Mannoia_foto di Roberto Panucci_1
Foto di Roberto Panucci
Fiorella Mannoia_foto di Roberto Panucci_2
Foto di Roberto Panucci

NOTA: Le domande dell’intervista sono state raccolte durante la conferenza stampa tra le domande poste dai giornalisti che hanno partecipato.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.