Home Ambiente Legambiente: “Punta Perotti rimanga un’area verde attrezzata non edificabile”

Legambiente: “Punta Perotti rimanga un’area verde attrezzata non edificabile”

815

“La revoca della confisca dei suoli su cui sorgeva l’ecomostro di Punta Perotti ci allarma – commentano Francesco Tarantini, Presidente di Legambiente Puglia e Marino Spilotros, Presidente del Circolo di Bari -. Chiediamo al Comune di Bari di porre in essere tutte le iniziative possibili, anche attraverso compensazioni in termini di suoli o volumetrie in altre aree della città, per evitare che su quell’area verde, diventata oggi simbolo della legalità e della tutela dell’ambiente, si ritorni a costruire. Auspichiamo che le società costruttrici Sudfondi, Mabar e Iema siano disponibili a venire incontro alle esigenze di un’intera città, ma anche dell’Italia, dal momento che il Paese intero si è mobilitato contro quello scempio edile. Noi difenderemo, se necessario, con nuove battaglie l’area di Punta Perotti da nuove cementificazioni visto che, finalmente, dopo tanti anni, si è trasformata in un parco verde attrezzato e frequentato da centinaia di famiglie”.\r\nFonte: Ufficio Stampa Legambiente

Grafica Divina

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.