Home Da applaudire Concerto mistico per Battiato al Politeama Pratese

Concerto mistico per Battiato al Politeama Pratese

Concerto mistico per Battiato al Politeama Pratese 21 gennaio ore 21,00. Simone Cristicchi e Amara, per la prima volta insieme sul palco, in un ideale passaggio di testimone, affrontano con grazia e rispetto il repertorio mistico di Battiato, facendosi portatori dei messaggi spirituali che hanno reso immortale la sua opera. Ad alternare l’esecuzione dei brani – nella nuovissima veste arrangiata dal Maestro Valter Sivilotti – faranno da guida alcune letture tratte dai maestri che hanno influenzato il pensiero di Battiato: Rumi, Gurdjieff, Ramana Maharshi, Willigis Jager e il teologo Guidalberto Bormolini. Il concerto mistico “Torneremo ancora”, lontano da una sterile celebrazione, vuole essere liturgia musicale sulle tracce dell’insondabile mistero dell’Essere davanti al Divino. Un viaggio musicale che è ricerca dell’essenza nella confusione della modernità, e “rapimento mistico e sensuale” tanto necessario in questo tempo in cui viviamo.

Concerto mistico per Battiato al Politeama Pratese

Dice Cristicchi: «Devo molto a Battiato, alla sua infinita grazia, al suo modo di concepire larte come missione” che possa aiutare la crescita e levoluzione spirituale dei propri contemporanei. Battiato è un punto di non ritorno”, prima e dopo di lui, nessun altro: unico cantore di un divino che non ha mai saputo di incensi e sagrestie. Con il progetto Torneremo ancora” sento lemozione e il privilegio di interpretare insieme ad Amara il suo repertorio mistico, e immergermi ancora più profondamente in quei messaggi che valicano i confini del tempo».

Grafica Divina

Dice Amara:  «Entrare in contatto con le sue opere è stato terapeutico, liberatorio, un continuo mettermi in discussione. Mi ha insegnato a respirare il flusso emozionale che si muove oltre il pensiero tecnico, logico razionale della mente, e a liberare resistenze che nemmeno sapevo di avere. Grazie a Franco ho capito che è solo oltrepassando se stessi che si può raggiungere quel Centro di gravità permanente” che tanto cerchiamo».

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.