Home Da conoscere ClaT ci racconta il suo nuovo EP

ClaT ci racconta il suo nuovo EP

Fuori il 18 marzo L’IPNOTICA FINE DI SETTEMBRE CON TORNADO IN VIA GIOVIO il nuovo EP di ClaT
Dopo Directions, album del 2020, ClaT torna con una raccolta di 5 canzoni il cui comune denominatore è la voglia di descrivere l’instabile situazione degli ultimi anni.

L’intervista

ClaT parlaci di te e come è nato il tuo progetto musicale

Grafica Divina

“ClaT” è il mio progetto solista di cui ho gettato le basi già nel 2003 per pubblicare autonomamente canzoni esterne ai “Dusk”, band che ho fondato nel lontano 1998.

Racconta in una intervista chi sei e cosa fai!
Diventa protagonista con il nostro Format!

Segui le istruzioni: puoi fare tutto da solo in pochi minuti!

Durante una pausa dei “Dusk”, all’inizio del 2007, suonando con altri musicisti tra cui il batterista Stefano Pizzini e i fratelli Daniele e Luca Mazzoni, ho intravisto la possibilità di arrangiare alcuni miei pezzi diversamente dal sound punk e rock che avevo proposto fino a quel momento, così, avendo conosciuto nel frattempo l’esordiente produttore Giordano Colombo, abbiamo registrato presso il suo studio un demo di 3 pezzi che hanno ricevuto molti commenti positivi e supporto anche da nazioni al di fuori dell’Italia.

Dopo qualche concerto nel nord Italia ed addirittura in Finlandia, negli anni seguenti ogni componente della band ha iniziato diversi progetti e ci riunivamo solo saltuariamente così ho deciso che il mio sarebbe diventato completamente un progetto solista.

Il 9 ottobre 2020, il primo album ufficiale “Directions”, è stato finalmente pubblicato tramite Cello Label. Contiene 10 brani, 8 dei quali son stati prodotti e registrati da Giordano Colombo ai rinomati studi “Auditoria Records” di Fino Mornasco (CO – Italia) mentre altri 2 sono stati registrati in doppia versione sia italiana che inglese da Fabrizio Saullo presso il “Saul Studio” di Milano.

È uscito il tuo ultimo album, ce lo racconti?

Dal 18 marzo 2022 è online l’Ep “L’ipnotica fine di settembre con tornado in via Giovio” prodotto da Fabrizio Saullo e Marco Nava al Saul Studio di Milano.

Contiene 5 canzoni dagli arrangiamenti minimali, il cui comune denominatore è la voglia di descrivere l’instabile situazione degli ultimi anni.

“La fine del mondo” tratta l’isolamento dovuto a cause esterne inaspettate ed incontrollabili. “Ipnotica” l’insicurezza dovuta all’analisi delle continue differenze di opinioni. “Via Giovio” è un riflessivo viaggio nel mondo del lavoro. “Settembre” la nostalgia degli anni 80 che torna ogni giorno prepotente. “Tornado” è la volontà di andare sempre avanti nonostante mille difficoltà.

Canzoni nate in tempi diversi ma con stato d’animo simile, da qui, l’idea di intitolare l’Ep inserendo riferimenti ai titoli di ogni canzone.

Da dove arriva il tuo sound?

Per questo Ep, siamo partiti direttamente dall’idea di voler differenziare le canzoni da quelle che ho fatto in passato, soprattutto utilizzando un modo di cantare più pacato.

Partendo da delle composizioni chitarra e voce, è stato facile per Fabrizio e Marco arricchire le canzoni cercando dei suoni tendenti all’indie moderno che facessero calare l’ascoltatore nelle tematiche delle canzoni senza però ricordare troppo lo stile di altri artisti.
Speriamo di esserci riusciti!

Ascolta ClaT!

dasapere da ascoltare

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.