Home Da vedere Festival Cerealia – Ultimi appuntamenti online

Festival Cerealia – Ultimi appuntamenti online

92

Festival Cerealia – Ultimi appuntamenti online: il cortometraggio “Ricette in versi” sul binomio cibo-sensualità e i quattro webinar “Adolescenza e Nutrienti”

Il Festival Cerealia tornerà speriamo ad inizio giugno 2021, auspichiamo nella sua versione internazionale dedicata alla Giordania, con eventi a Roma e nelle altre regioni italiane in rete, per celebrare così la sua decima edizione”, spiega l’ideatore e direttore del Festival Paola Sarcina

Prosegue, sino al 30 dicembre 2020, “Cerealia. La festa dei cereali. Cerere e il Mediterraneo”, il festival internazionale e interdisciplinare che in questo 2020 avrebbe dovuto compiere i suoi 10 anni. Dedicato al mondo dei cereali, il Festival è organizzato dall’associazione culturale no-profit Music Theatre International (M.Th.I.). Tra gli ultimi appuntamenti in programma, domenica 27 dicembre, alle ore 18, andrà online “Ricette in versi. Poesie sensualmente appetibili”, video performance tra poesia e cibo dedicata ai 200 anni di Pellegrino Artusi, in collaborazione con la scuola di cucina TuChef di Roma e con Park Hotel Villa Grazioli, con il patrocinio di Casa Artusi. La video performance sarà visibile online sui canali Youtube MTH_Italia e Cerealialudi. La drammaturgia di Lydia Biondi, ispirata all’antologia di gastronomie amorose di Claudio Borgoni, ha la regia di Tomaso Thellung. Interpreti: Cristian Masi, Elisa Proietti, Caterina Misasi, Simone Bobini, Diana Forlani e Tomaso Thellung; al pianoforte Antonio Sorgi.

IL CORTOMETRAGGIO – Una carrellata di sensazioni travolgenti trascineranno gli spettatori in un divertissement poetico che gioca sul binomio sensuale tra cibo e sesso. Girato sullo sfondo di scenari mozzafiato, costruito sulla fusione di musica e parola, sull’evocazione di profumi, sapori e seduzione, il cortometraggio “Ricette in versi. Poesie sensualmente appetibili” stimola contemporaneamente tutti i sensi. Verrà diffuso online in anteprima assoluta il 27 dicembre, e quindi riproposto nel corso del 2021 in varie occasioni legate all’enogastronomia italiana, con lo scopo di veicolare attraverso i linguaggi artistici la cultura italiana del buon mangiare.

L’idea – dichiara il regista Tomaso Thellungnasce qualche anno fa, quando l’attrice e regista Lydia Biondi propose a Claudio Borgoni di mettere in scene le sue “Poesie sessualmente appetibili”, volendo omaggiare “La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene” di Pellegrino Artusi. Lydia Biondi ha portato in scena l’ultima volta questo testo insieme all’attore Emanuele Carboni, socio della M.Th.I. ed entrambe sono venuti a mancare nel giugno del 2016. Così oggi questo progetto teatrale, che è diventato un video, è a loro dedicato. I protagonisti sono cinque appassionati personaggi, incarnati da altrettanti attori, che esprimono in modo surreale, ironico e godibile la sensualità generata da alchimie gastronomiche”.

I QUATTRO WEBINAR – Gli appuntamenti si concludono, dal 28 al 30 dicembre, con quattro webinar, Adolescenza e Nutrienti, presentati da adolescenti per gli adolescenti a cura dell’Associazione senza scopo di lucro Guida per Genitori, in collaborazione con la FIDAF. I video saranno disponibili online sul sito www.guidagenitori.it e in seguito sul canale Youtube Ceralialudi del Festival Cerealia.

I webinar – spiega l’ideatore e artistico del Festival Paola Sarcinasono stati preregistrati in modalità web-radio da due simpatici “cronisti”, giovani studenti liceali, che accompagneranno i loro coetanei attraverso i principali temi della corretta alimentazione. Come l’importanza della prima colazione, perché 5 pasti al giorno, l’importanza del ph nella nostra dieta, il microbioma in noi e sotto di noi. Sono stati realizzati grazie alla collaborazione con la FIDAF e l’associazione Guida per Genitori e il portale Guidagentori.it.

L’EDIZIONE 2021 – “Il Festival Cerealia – conclude Paola Sarcina – tornerà speriamo ad inizio giugno 2021, auspichiamo nella sua versione internazionale dedicata alla Giordania, con eventi a Roma e nelle altre regioni italiane in rete, per celebrare così la sua decima edizione”.

IL FESTIVAL – Il festival intende valorizzare lo scambio e l’arricchimento interculturale tra i Paesi del Mediterraneo quale occasione d’interscambio culturale a vari livelli, tra cultura e società, alimentazione e gastronomia. Lo fa promuovendo la condivisione delle sfide comuni a livello di cluster regionali tra i popoli che si affacciano sul mare nostrum, stimolando lo sviluppo di modelli sostenibili di economia circolare e sposando i 17 Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030. In questi ultimi anni gli organizzatori del Festival hanno percepito la necessità di riuscire a raggiungere il pubblico più giovane, in particolare bambini, adolescenti e ragazzi. Ogni anno il Festival si propone infatti come occasione d’interscambio culturale inter – e transdisciplinare, affrontando tematiche quali l’alimentazione, l’ambiente, l’economia, il territorio e la dimensione sociale.

I DETTAGLI DELL’EVENTO – Il progetto, vincitore dell’Avviso Pubblico per la concessione di contributi economici ai programma per l’anno 2020 condizionati dall’emergenza epidemiologica covid-19, ha ricevuto un contributo di Euro 19.975,00 da Roma Capitale – Dipartimento Attività Culturali. L’appuntamento gode inoltre dei patrocini di Comitato Roma150, Casa Artusi, PellegrinoArtusi200, 100GianniRodari, Parco dei Castelli Romani; Sponsor: 4Changing. Partner FIDAF, Istituto Professionale Statale Maffeo Pantaleoni, Associazione Guida per Genitori, Ass. Collina della Pace, Symbiotiqa, Roma Congressi, Mercato Contadino Roma Castelli Romani, Chef Renato Bernardi, Scuola di cucina TuChef e la chef Anna Maria Palma, ChefTrek Jr. Los Angeles, Arciragazzi Comitato di Roma ODV, Ondamedia, Park Hotel Villa Grazioli, Coop. SS. Pietro e Paolo – Centro Aggregativo Il Muretto, Kit Italia, The International Theatre, Roma to Get. Media partner: GuidaGenitori.it, Creare e Comunicare, NanniMagazine, Cronaca Diretta. Il Festival è gemellato con: Fai la differenza, c’è… il Festival della Sostenibilità.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.