Home Libri Matteo Righetto DOVE PORTA LA NEVE

Matteo Righetto DOVE PORTA LA NEVE

È la vigilia di Natale e Padova sta per essere coperta da una nevicata memorabile. Carlo, Down di 48 anni, come ogni mattina, da mesi, va a trovare la madre in clinica, dove si sta lentamente spegnendo assediata dai ricordi e dal bisogno di raccontarli.

Nicola, 74 anni colmi di solitudine, ha appena perso il lavoretto che si era procurato come Babbo Natale davanti a un centro commerciale. Per Carlo, però, questo non può essere un Natale come gli altri e quando vede Nicola vestito di rosso e con la lunga barba bianca sente che il sogno può finalmente avverarsi: un vero regalo per la madre.

Grafica Divina

Il suo clamoroso entusiasmo risveglia Nicola, che organizza un breve viaggio per realizzare quel sogno, e per illuminare con un gesto gratuito d’amore l’oscurità che stringe d’attorno. Una vecchia Fiat 124 si allontana da Padova dentro la notte di Natale: al suo interno due uomini soli e un po’ incoscienti riscoprono la forza dirompente di un abbraccio…

 

Con grande concentrazione e finezza di tocco, Matteo Righetto ci rende partecipi di una storia delicata e drammatica, tesa e commovente, la storia di un calore inaspettato scovato sotto un manto gelido di neve.

 

Matteo Righetto è nato a Padova, nel 1972, dove insegna Lettere. Ha pubblicato Savana Padana (Zona 2009, poi TEA 2012), Bacchiglione Blues (Perdisa Pop 2011).

La pelle dell’orso (Guanda 2013) è diventato un film interpretato da Marco Paolini, per la regia di Marco Segato, ed è uscito nelle sale a novembre 2016. Con TEA nel 2016 Matteo Righetto ha pubblicato Apri gli occhi. I suoi libri sono stati tradotti in inglese e francese.

Apri gli occhi ha vinto il Premio della Montagna Cortina d’Ampezzo 2016

e ha ricevuto LA MENZIONE SPECIALE DELLA GIURIA DEL PREMIO mario RIGONI STERN 2016

 

 

«Una delicata scrittura essenziale,

propria d’un raccontare da prospettiva interiore.»

Ermanno Paccagnini, la lettura – corriere della sera

 

«Righetto scava nei sentimenti con sapienza e pudore,

e la bellezza della montagna diventa uno specchio del cuore dei protagonisti»

Famiglia Cristiana

 

«Apri gli occhi è un libro delicato e profondo, epico e simbolico, che a ogni scena stupisce,

ed esige nel lettore la capacità di stupirsi.»

Ferdinando Camon, ttL – La Stampa

 

«In Apri gli occhi, Matteo Righetto accentua quella ricerca di essenzialità nello stile, di levigatezza e sottrazione nel racconto. Di immersione totale nella penombra del vivere. Per capire che cosa accade nelle nostre vite quando le parole perdono la loro forza. Quando i gesti si spogliano del significato.» Alessandro Mezzena Lona, il Piccolo

 

Barbara Trianni

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.