Home Libri Un libro al giorno: Allegra Street di Mario Fortunato

Un libro al giorno: Allegra Street di Mario Fortunato

657

Allegra Street è fin dal titolo una sophisticated comedy più che un romanzo tradizionale. Al centro della scena si muove una coppia mista, Paula Greenhouse, londinese doc, e Carlo Innocenti, numero due dell’ambasciata italiana in Gran Bretagna. Una coppia che si ama e che è in crisi allo stesso tempo. Che si lascia e poi ci riprova: fino a quando lei, che deve lasciare Londra per trasferirsi nella dorata campagna laziale per seguire il marito trasferitosi a Roma, non crolla. Proprio non ce la fa. Da un lato dunque una Londra divertente e piena di gioia di vivere, e dall’altra, una Roma pigra e istituzionale. Sullo sfondo una diplomazia internazionale più dedita alle incertezze sessuali e agli appetizer che al decoro politico. Allegra Street è un un libro vivace e brillante, che fa pensare alla grande tradizione satirica inglese da Swift a Wodehouse (non sarà un caso che il cognome di Paula ne è una variante?)\r\n\r\nDenso di dialoghi pungenti, maliziosi e irriverenti, il romanzo è immerso nella società londinese intellettuale con i suoi protagonisti fatui e mondani, ma sempre mossi da un tocco di genialità e di verità. La sfilata dei personaggi è mista: Paula che tra un’inaugurazione di mostra e uno shopping compulsivo cerca se stessa, la direttrice botulinizzata di una casa editrice piccola e di qualità ma alla ricerca sempre e comunque del Booker Prize in ogni dove, scrittori che vincono il Booker Prize che si trasformano da padri esemplari in fidanzati gay al ricevimento del Premio, ricche signore americane trasferitesi a Londra per cercare la pace per scrivere il libro della propria vita, che non scriveranno.\r\n\r\nCon il suo tono malizioso e impertinente verso le élite intellettuali non soltanto londinesi e verso gli ambienti diplomatici di ogni dove, il nuovo romanzo di Mario Fortunato è una commedia piena di rovesciamenti di senso e di morale, dove è difficile prendere partito tra lui o lei, tra città e città, tra eterosessualità e omosessualità, tra mondanità e campagna ma solo ci consente di ridere di tutte le faccende umane.\r\nMario Fortunato ha pubblicato con Bompiani i seguenti libri: Luoghi naturali, Immigrato (con Salah Methnani), I giorni innocenti della guerra (nel 2007, finalista al Premio Strega e vincitore del Premio Mondello e Super Mondello – Città di Palermo) e Quelli che ami non muoiono, tutti disponibili nei Tascabili. Gli altri suoi titoli sono: Il primo cielo, Sangue, Passaggi Paesaggi, L’arte di perdere peso, Amore, romanzi e altre scoperte, L’amore rimane e Certi pomeriggi non passano mai.

1 commento

  1. Ci sono romanzi che per la loro leggerezza migliorano il lettore. E ci sono romanzi che per la leggerezza dei loro contenuti appesantiscono le ore dedicate alla lettura.Questo secondo è il caso di Allegra Street scivolone letterario del pur bravo Mario Fortunato. Personaggi snob, vuoti dentro e fuori e spesso antipatici si sfiorano annoiati in una Londra festaiola e vacua che chi conosce non riconosce e chi non conosce eviterebbe.\r\nDispiace per uno scrittore che altrove si era espresso al meglio e si dia pace Fortunato: al contrario di Alan, uno dei suoi protagonisti che scrive un best seller costruito secondo i canoni “di vendita” sesso, gay, malattie e tragedie, con questo romanzo scritto con i medesimi schemi non vincerà certamente nè il Booker Prize nè lo Strega.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.