Home Da ascoltare Intervista a Greta Cominelli “Tra Marte e Venere”

Intervista a Greta Cominelli “Tra Marte e Venere”

Greta Cominelli nasce il 16 ottobre 1987 a Brescia. Sin da bambina dimostra grande passione per il palcoscenico e la musica, e dall’età di 18 anni si esibisce come solista, corista e performer live in diversi contesti, approcciandosi a vari generi musicali.

Oggi Greta Cominelli ci presenta il suo EP d’esordio “Tra Marte e Venere”, disponibile su tutte le piattaforme digitali dal 21 giugno

Il 21 giugno esce “Tra Marte e Venere”: come nasce questo lavoro? A che riferimenti musicali ti sei ispirata?

Grafica Divina

Dopo molti anni in cui credevo non potesse più accadere, nel 2020 ho incontrato la chitarra di Renato Caruso con il quale, a seguito di diversi live in acustico, ho incominciato a scrivere degli inediti, io i testi e lui le musiche. Questo lavoro è stato poi impreziosito dall’estro artistico del produttore, arrangiatore e polistrumentista Paolo Diotti, nel cui studio a Seregno abbiamo registrato le tracce (PDT Studio MusicLab).  Gli stili musicali che mi hanno ispirata spaziano dalla musica latina (bossa nova, salsa, rumba, flamenco) a quella pop soul e rhythm and blues, ma ci sono anche cenni di musica cantautorale e per il cinema.

Vuoi farti conoscere?
Compila il nostro Format per essere protagonista nella prossima intervista
oppure scrivi alla nostra redazione per trovare la tua formula giusta!
redazione@dasapere.it

Quali sono le unicità di questo progetto? Quale messaggio vorresti che arrivasse?

Dal mio punto di vista questo progetto è unico perché autobiografico e perché trae ispirazione da diversi artisti e mondi musicali. Era per me importante realizzare un lavoro personale, poliedrico e dal taglio internazionale. Mi piacerebbe che il pubblico si rispecchiasse nelle mie parole e che le donne in particolare non rinunciassero mai in modo intelligente e maturo alla propria bellezza ed evoluzione interiore affrontando con fierezza, grinta e autenticità il mondo. 

Cosa ti ha spinto a esordire proprio in questo momento?

L’esigenza di esordire ora nasce a seguito di un periodo di forti emozioni e cambiamenti interiori, scaturisce da nuove consapevolezze e da una mia visione più aperta e serena nei confronti di me stessa. 

Parlaci di te: quali sono i tuoi tre migliori pregi e tre peggiori difetti?

I miei migliori pregi sono la sensibilità, la passionalità e la ricerca dell’equilibrio mentre i miei peggiori tre difetti: la ricerca del perfezionismo, la difficoltà nel gestire alcuni tipi di emozioni e l’eccessivo amore per i dolci 🙂 

Intervista di: Lucrezia Monti

dasapere da ascoltare

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.