Home Da visitare Mostra “Disney, l’arte di raccontare storie senza tempo” a Roma

Mostra “Disney, l’arte di raccontare storie senza tempo” a Roma

Mostra “Disney, l’arte di raccontare storie senza tempo”.
Mi ricordate come iniziano quasi tutte le storie, soprattutto quelle che si raccontano?
C’era una volta un sognatore che amava trasformare le creature che abitavano nella sua testa in disegni e film d’animazione.
C’era una volta Walt Disney, questo signore non c’è più ma la sua arte continua a vivere nel tempo, tramandando di generazione in generazione quei racconti che noi per primi, in qualità di bambini, abbiamo visto, amato e che amiamo tuttora.

Mostra “Disney, l’arte di raccontare storie senza tempo” a Roma

“Disney, l’arte di raccontare storie senza tempo” è proprio questo: una mostra che partendo da un’idea messa su carta, si trasforma in un’opera completa e complessa.
I personaggi immaginati prendono forma su fogli attraverso un breve tratto a matita, arricchendosi di colori nell’evoluzione del disegno.
I cartoni preparatori presenti in mostra, seguono un percorso temporale suddivisi in categorie di racconti. Si parte dai miti per proseguire con le leggende medievali e il folklore, passando dalle favole alle fiabe.
Il viaggio parte dalla fine degli anni trenta del secolo scorso, proponendo preziosi e rari bozzetti. Gustosi quelli di un primitivo Donald Duck del quale si può ammirare l’evoluzione dei tratti, apportati nel tempo.Tra le cose più suggestive che colpiscono chi come me ha avuto un’infanzia positivamente segnata dal capolavoro Fantasia, le tavole dell’episodio dedicato alla Sinfonia n° 6 (Pastorale) di Ludwig Van Beethoven, capaci di evocare, senza l’utilizzo di effetti sonori, un ricordo musicale immediato. Anche questa è la forza del mondo Disney di saper oltre al raccontare, evocare ricordi attraverso le sue storie senza tempo.

Grafica Divina

Ti piacerebbe raccontare in una intervista chi sei e cosa fai?
Diventa protagonista con il nostro Format!


La mostra si articola in più sale ed è visitabile in poco meno di un’ora. I piani di lettura per fruirne appieno sono svariati, così come lo sono le possibilità di apprezzare ciò che viene esposto, indipendentemente dall’età: i bambini gioiranno dei colori e dell’allestimento multimediale che la mostra offre, sino a perdersi nella stanza sensoriale che ricrea le atmosfere di Frozen 2, gli adulti faranno un viaggio nel tempo, ripercorrendo attraverso gli schizzi dei più celebri film d’animazione Disney, ciò che ha caratterizzato sogni e giochi d’infanzia sino a ricercare il proprio film del cuore. Spoiler alert: con mia grande delusione, nella caccia al tesoro ai ricordi d’infanzia La bella e la Bestia non compare. Ho potuto gioire del castello della Bella addormentata, della glaciale regina Elsa e della tenera sirenetta Ariel ma di oggetti incantati e splendidi abiti da ballo, neppure un’ombreggiatura, ne un tratto, purtroppo.

La mostra esposta a Palazzo Barberini, è visitabile fino al 25 settembre 2022 e arriva a Roma dopo il successo ottenuto al Mudec di Milano.

Il racconto delle fantasie Disney diventa così narrazione di un processo creativo attraverso l’apertura delle opere originali, conservate negli archivi Disney, appassionando disegnatori e bambini senza tempo.

La mostra è promossa e prodotta da 24 ORE Cultura – Gruppo 24 ORE, a cura della WaltDisney Animation Research Library, con la collaborazione di Federico Fieconi, storico e critico del fumetto e del cinema di animazione.

Biglietti:
interi 15 euro
ridotti 13 euro

Articolo di: Susanna Alberghini

dasapere eventiinversilia

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.