Home Da ascoltare Natalia Moskal si racconta in questa intervista

Natalia Moskal si racconta in questa intervista

La giovane artista polacca Natalia Moskal ha pubblicato i suoi due nuovi brani “One wish only” ed “È Natale”. Il primo brano, scritto dalla stessa Natalia Moskal e composto dal produttore Jan Stoklosa, parla dell’importanza degli affetti familiari e degli amici, che rappresentano i regali più importanti che si possano desiderare non solo a Natale, ma tutti i giorni. L’artista, inoltre, ha voluto omaggiare la musica italiana con la cover del brano di Mina del 1988 “È Natale” (testo di Valentino Alfano e Massimiliano Pani), una canzone dal testo particolare che affronta l’argomento del Natale in modo cinico e meno convenzionale.

Natalia Moskal

«I brani che ho voluto cantare per questo Natale hanno due testi molto diversi tra loro – afferma la cantante Natalia Moskal – “One wish only” ha un testo malinconico che vuole dare un senso di speranza. Questo periodo mi ha insegnato che dovremmo celebrare i momenti che trascorriamo con i nostri amici e con le nostre famiglie tutti i giorni e non solo a Natale. Il messaggio che vorrei trasmettere con questa canzone è che dovremmo essere felici con ciò che abbiamo e apprezzare tutti i giorni le persone che ci circondano. Invece, la cover di Mina “È Natale” è un brano un po’ cinico, ma secondo me, nello stesso momento molto speciale

Grafica Divina

Ti piacerebbe raccontare in una intervista chi sei e cosa fai?
Diventa protagonista con il nostro Format!

Ciao Natalia! Hai pubblicato due nuovi singoli. Partiamo da “One wish only” scritto da te: che significato attribuisci a questo brano? Che cosa rappresenta per te?

Io amo il Natale ma quest’anno non ho sentito la solita felicità ed eccitazione. Quest’anno sento un po’ di malinconia e nostalgia. La pandemia che dura già due anni ci ha rubato la possibilità di stare insieme ai nostri cari. Inoltre, l’anno scorso è stato particolarmente difficile per me a causa di una situazione familiare particolare, quindi ho scritto una canzone su quello che ho provato. L’unico dono di cui tutti dovremmo preoccuparci è il tempo che possiamo trascorrere con i nostri cari.

Dal video di “One wish only” traspare un po’ di malinconia. Ci racconti com’è nata l’idea del video?

È passato molto tempo da quando non riusciamo a stare vicino ai nostri cari ma anche a tutte le altre persone. C’è stato un tempo in cui tutti gli artisti e i lavoratori del settore non avevano lavoro, tutti erano da soli. Ecco perché abbiamo scelto di girare il video in un teatro vuoto. C’è un cantante di fronte a un pubblico vuoto. C’è una certa tristezza.

L’altro brano invece è la cover di “È Natale”, come mai hai scelto questo brano di Mina?

Volevo registrare anche una cover italiana. Ho scoperto che non ci sono tantissime canzoni italiane di Natale ma questa mi è piaciuta.
Poi, le osservazioni che fa Mina nel suo testo sono particolarmente accurate secondo me. C’è un lato dolce e caloroso nell’atmosfera natalizia, ma c’è anche l’altro lato: cattivo, pieno di grinta e stress.

Con quale artista ti piacerebbe collaborare in questo momento? Perché?

Mahmood! È uno dei miei artisti italiani preferiti, mi piace il suo stile. Se potessi scegliere direi anche Levante, amo la sua voce!

Quali sono i tuoi progetti futuri?

Vorrei pubblicare nuovi singoli quest’anno, preferibilmente in italiano. Ho appena iniziato a lavorarci, quindi incrociamo le dita, forse riuscirò a preparare anche l’intero album!

dasapere da ascoltare

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.