Home Da ascoltare Diego Moreno ci racconta “Dieguito Tango”, il suo omaggio a Maradona

Diego Moreno ci racconta “Dieguito Tango”, il suo omaggio a Maradona

Il 10 maggio 1987 il Napoli vinceva il suo primo scudetto con la leggenda del calcio Diego Armando Maradona. Il 10 maggio 2021, invece, Diego Moreno, musicista argentino adottato da Napoli, ha voluto omaggiare il grande campione con un brano iconico, scritto a suo tempo dal cantautore napoletano Fausto Cigliano, intitolato “Dieguito Tango” (https://www.youtube.com/watch?v=BM4FjjFiLGA). Con la maestria dei musicisti tangueri argentini e la poesia delle parole di Cigliano, la rivisitazione di Diego Moreno rievoca l’essenza del gioco del grande campione: una irripetibile fusione di tecnica, poesia e anima.

Lo abbiamo intervistato per conoscerlo meglio e sapere com’è nato il progetto!

Ciao Diego, benvenuto. Il tuo nuovo brano “Dieguito Tango” è un omaggio a Maradona e a Napoli in generale, ma in particolare anche a Fausto Cigliano. Parlaci un po’ del tuo rapporto con lui!

Grafica Divina

Hola Matilde e Muchas Gracias! 😉 … si, “Dieguito Tango” è un autentico omaggio al “D10S de la Pelota” (il dio del pallone) ma è anche un vero e proprio TangoScugnizzo ed io sono molto contento di aver realizzato questa produzione anche per omaggiare l’autore del brano, il grande Fausto Cigliano, il quale ha seguito da vicino la mia produzione. Posso dire con orgoglio che anche lui è molto felice del risultato sonoro e del fatto che io abbia voluto riprendere questo suo brano che, secondo me, plasma in modo perfetto lo spirito del “Pibe de Oro”, quel gioco unico e irripetibile che sia con il Napoli che con la Nazionale Argentina ha saputo scrivere parte della Storia del Calcio Mondiale. Grazie Maestro Cigliano … Gracias de Corazòn Diego Armando Maradona!

Da argentino che vive a Napoli sarei davvero curiosa di sapere perché hai scelto l’Italia, e soprattutto Napoli. Come ti trovi qui?

Mi piace dire che “Napoli ha scelto me… ” ti racconto: nel 1991, il mio primo anno in Italia, stavo salendo dalla Sicilia verso Roma. Nel passare da Napoli mi sono fermato a salutare una coppia di amici che avevo conosciuto giù in Sicilia (Laura e Tony) e da allora sono rimasto folgorato dalla bellezza partenopea. La mia zona è stata da sempre i Campi Flegrei. Da allora sono passati niente meno che 30 anni. È così che è andata… Oggi mi sento un flegreo di adozione!

Perché hai scelto di pubblicare il brano in due versioni (in italiano e in spagnolo), e quale delle due è la tua preferita?

Sai, io sono oramai un italoargentino. Mi piace molto la parola “ponte” poiché ha un significato di unione, e io sento che la mia vita ha preso questa forma. Un “ponte musicale” tra Mar del Plata e Napoli, tra l’Argentina e l’Italia. Quindi mi è venuto del tutto naturale fare 2 versioni e 2 video. Inoltre nella versione in spagnolo ho aggiunto alcune parole tipiche “argentine” per rinforzare il linguaggio “tanguero” che volevo ottenere e che il Maestro Cigliano aveva indicato già dal titolo. La mia preferita? Direi tutte e due! Hahaha! È così… “Ogni scarrafone è bell’ ‘a mamma soja!”

Rispetto alla pandemia la situazione sta migliorando. Come hai vissuto quest’anno e quando pensi che riuscirai a portare di nuovo la tua musica su un palco?

Si, è indubbio che la situazione stia migliorando e io come tutti ne sono felice. Speriamo di non tornare indietro dopo l’estate. Come ho vissuto questo periodo? Un po’ come tutti. Provando a vedere le cose con un po’ di filosofia. Non sempre ci sono riuscito, certamente il fatto che avevo da lanciare un album (“SINGOLI” album di brani inediti uscito durante il 2020) mi ha aiutato a pensarci meno. Ma non è stato facile e non credo sarà facile ripartire. È chiaro che la voglia di tornare sul palco, mio habitat naturale, è davvero tanta  e quindi spero di poter iniziare già questa estate a girare nuovamente l’Italia per presentare il mio TangoScugnizzo dal vivo. Credo che sia arrivato anche il momento di riflettere seriamente sul settore dello spettacolo, soprattutto per i professionisti indipendenti. Penso che ci sia molto da fare se vogliamo andare avanti, altrimenti la vedo complicata. Speriamo bene per tutti!

Per concludere, raccontaci dei tuoi futuri progetti!

Ti potrei dire che fra poco rientro in studio per la registrazione di TangoScugnizzo VOL.2. Ma poiché ho ben 2 progetti nuovi da portare sulla scena [“SINGOLI” & “Grandes Éxitos”] e ovviamente “Dieguito Tango” penso che sia doveroso “onorare” il lavoro fatto in questo ultimo anno e mezzo e così provare a dare un calcio a questa maledetta pandemia. Davvero lo spero. Ci proverò con la migliore energia possibile, quella della musica dal vivo! Grazie per questo spazio e spero di incontrarti presto in un nostro spettacolo dal vivo, venitemi a trovare sui miei canali social [Diego Moreno Official – FaceBook, Instagram, YouTube] Vi aspetto numerosi… Abrazos!!!

dasapere da ascoltare

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.